Chi é Giovanni Grasso

.

Giovanni Mario Grasso nasce a Catania (CT) il 24/06/1987. Nel 2002, a soli 14 anni , muove i primi passi nel mondo della ristorazione presso il parco ricevimenti ͞La Certosa dei Cavalieri͟. L͛ambiente lavorativo vissuto in prima persona e l͛assenza dal nido familiare, hanno forgiato la sua personalità facendolo innamorare dell͛arte culinaria. Indiscussa figura cardine della sua vita è lo Chef Alfio Casalunga, un uomo, un mentore, un padre, grazie al quale ha scoperto quest͛Arte, con i suoi lati negativi e positivi, le relazioni in cucina e, tecnicamente, le basi della cucina siciliana, della rosticceria e della pasticceria. Nel 2006 e nel 2007, le prime esperienze fuori casa: la prima al ͞Garden Club Toscana͟, villaggio turistico e hotel *** a San Vincenzo (LI), dove, nel ruolo di commis gardemanger, si è approcciato al contesto alberghiero, alla cucina in tutti i suoi reparti, ad una grande brigata; la seconda alla volta di Parigi, nel ristorante di cucina siciliana ͞Convivium͟, dove consolida le basi della ristorazione, le partite durante un servizio, la comunicazione durante i reparti e abitare una grande città; la terza in Olanda, presso il ͞Ristorante Bellaggio͟ S-Hertodenbosch, di cucina regionale italiana, guadagnando un͛indipendenza economica in un fertile contesto multiculturale. Nel 2008/2009, ha lavorato al Kulm Hotel Saint Moritz con gli Chef Hans Nussbauer, Sebastiano Finocchiaro, Harmin Meyer e dal Maestro pasticcere Vittorio Miggiano, in una struttura di alto livello che vantava 94 anni di attività, con una brigata composta da 30 elementi in estate e 49 in inverno, dalla quale ha appreso le basi della cucina classica. Nel 2010 ritorna in Sicilia, presso il ristorante ͞La Capinera͟ a Taormina, nel quale accanto al dinamico Chef Pietro d͛Agostino, riscopre i valori di una cucina semplice e sobria, lavorando in spazi ridotti ma impeccabili e funzionali, scoprendo anche il mondo dei ristoranti stellati e stando a contatto con grandi maestri. Nel 2011, il giovane Chef inizia una nuova esperienza a Saint Tropez, in Francia, presso in ͞Vip Room͟, il club più famoso della Costa Azzurra, in un ambiente benestante con persone di fama mondiale, cantanti e vip, e nello stesso anno, presso l͛hotel ͞Rosacht͟**** di Pontresina, a fianco dello Chef Fabio Tempini, già suo capopartita presso il Kulm Hotel di St.Moritz.
Nel 2012 presso la Plage Resort***** di Taormina Isola Bella, in una struttura recentemente ristrutturata, si unisce alla brigata recentemente formata dagli Chef Giovanni Puglisi e Simone Strano, con il ruolo di responsabile della cucina banchettistica e di capo partita tournant al ristorante Fusion. Questa esperienza scaturisce in lui la voglia di creare, di sperimentare, il desiderio di novità. Nel dicembre 2012, parte nuovamente alla volta della Svizzera presso ͞Relais-Chateaux͟ Chalet d͛Adrien ***** (Verbier) con lo chef Mirto Marchesi, gardemanger nella prima stagione al ristorante gastronomico 1 Stella Michelin e 17 punti della prestigiosa guida gormet millau, e girando gli altri reparti della cucina nelle due successive stagioni (estate/inverno), all͛insegna della creazione e della sperimentazione culinaria. Nel 2013 ritorna a La Plage Resort***** per la stagione estiva con il ruolo di Sous Chef, occupandolsi dell͛organizzazione della brigata, composta da 12 elementi divisi in quattro cucine e della gestione del ristorante a là carte, supervisionato dal primo Chef, Giovanni Puglisi più inpegnato alla gestione dei numerosi eventi alla banchettistica e alle pubbliche relazioni. Nel 2014 realizza un grande sogno: l͛esperienza ad Osaka, in Giappone, che ha plasmato la sua vita a livello personale e professionale. Presso ͞Sushiyoshi͟, due Stelle Michelin, ha collaborato con uno dei più grandimaestri di sushi del Giappone, lo Chef patron Hiroki Nakanoue, il quale lo ha accompagnato in questo viaggio facendogli scoprire la cultura giapponese: non soltanto la cucina, le tecniche più antiche ed efficaci per ottenere un ottimo sushi, ma il Giappone sotto l͛aspetto socio-culturale trasmettendogli sensazioni che in pochi al mondo hanno vissuto. Di ritorno in Italia, riceve la proposta di tornare a La Plage Resort con il ruolo di Executive Chef, che riveste tuttora con i suoi collaboratori, il Sous Chef Giuseppe Pastura, responsabile della banchettistica, Simone Spina e Marco Leotta, con i quali sta portando avanti e migliorando il lavoro svolto precedentemente da Simone Strano e Giovanni Puglisi. Trascorsa la stagione estiva 2015 insieme al gruppo di amici sempre più unito e ottenendo insieme a loro importanti risultati e grandi soddisfazioni,
Giovanni si trasperisce nel periodo invernale ancora una volta in Svizzera alla volta dello già conosciuto Chalet D͛adrien questa volta in pasticceria con il maestro pasticcere Ramon Gonì Perez reduce da una importante e lunga esperienza decennale nel rinomato ristorante ͚El Bulli͛ di Ferran Adrià, arricchendo così le capacità in pasticceria.