Chi é Giovanni Grasso

 

Giovanni Mario Grasso nasce a Catania, il 24 Giugno del 1987.

L’ingresso nel mondo della ristorazione avviene nel 2002, quando a 14 anni entra a far parte dell’équipe di un famoso parco ricevimenti situato nella zona acese: La Certosa dei Cavalieri.

Catapultato in un mondo del tutto nuovo, inizia ad interessarsi e subito dopo ad innamorarsi di un’ arte nobile seppur complessa come quella della cucina. Punto cardine, non solo di quest’inizio percorso ma della sua vita è lo Chef Alfio Casalunga, definito da Giovanni un mentore, un padre, un professionista in grado di mostrare pro e contro dell’arte culinaria, metodologia di comunicazione all’interno del reparto, basi e tecniche della rosticceria, pasticceria e della cucina siciliana nella sua totalità.

Il 2006 e 2007 sono gli anni del confronto regionale ed estero: Giovanni inizia un’esperienza al Garden Club Toscana, villaggio turistico e Resort *** a San Vincenzo, in provincia di Livorno. Si tratta di un vero e proprio primo approccio in un contesto alberghiero dove si cimenta nel ruolo di commis gardemanger in un grande team. A seguire arriva l’Olanda, esperienza multiculturale che lo vede protagonista presso il Ristorante di cucina regionale italiana di Bellaggio S-Hertodenbosh.

Nel 2008/2009 il giovane cuoco inizia a lavorare al Kulm Hotel di Saint Moritz, a fianco di chef di alto prestigio come Hans Nussbauer, Sebastiano Finocchiaro, Harmin Meyer e del Maestro pasticcere Vittorio Miggiano dove ha appreso le basi della cucina classica. La struttura di eccelso livello, vantava già ai tempi di 94 anni di attività e di una brigata composta da 30 elementi nel periodo estivo e 50 elementi nel periodo invernale.

Il 2010 è l’anno del ritorno in Sicilia, presso il Ristorante La Capinera di Taormina, nel quale accanto al dinamico Chef Pietro D’Agostino riscopre i valori di una cucina semplice e sobria, lavora in spazi ridotti ma impeccabili e funzionali, scopre anche il mondo dei ristoranti stellati stando a stretto contatto con grandi maestri.

Il giovane Chef intraprende una grande esperienza a Saint Tropez nel 2011, in Francia presso Vip Room,il club più famoso della Costa Azzurra, ambiente benestante con persone di fama mondiale, cantanti e vip. Nello stesso anno affianca lo chef Fabio Tempini, già suo capo partita al Kulm Hotel di Saint Moritz, presso l’hotel Rosacht**** di Pontresina.

Nel 2012 approda presso la Plage Resort***** di Taormina Isola Bella, struttura a quei tempi recentemente ristrutturate e si unisce alla brigata formata dagli Chef Giovanni Puglisi e Simone Strano, con il ruolo di responsabile della cucina banqueting e di capo partita turnante presso il Ristorante Fusion. Questa esperienza scaturisce in lui la voglia di creare, di sperimentare e il desiderio di novità così decide di partire nuovamente in Svizzera presso il Relais-Chateaux Chalet d’Adrien*****(Verbier) con lo Chef Mirto Marchesi, gardemanger nella prima stagione nel ristorante gastronomico 1 Stella Michelin e 17 punti della guida gourmet millau, nelle due successive stagioni gira altri reparti della cucina con tanta voglia di sperimentare.

L’anno 2014 possiamo definirlo l’anno del ritorno: di nuovo alla carica presso La Plage Resort***** durante la stagione estiva con il ruolo di Sous Chef, occupandosi dell’organizzazione della brigata composta da 12 elementi divisi in quattro cucine e, con la supervisione dello chef Puglisi, della gestione del Ristorante à la carte. Ma l’amore per l’avventura e per la scoperta di nuove culture, non cessa, così Giovanni nel  Novembre 2014 realizza un grande sogno: Il Giappone. L’esperienza ad Osaka, ha ancora una volta plasmato la sua vita professionale ma anche personale, immerso in un contesto così diverso dalla sua amata Sicilia, vive esperienze sensoriali fatte di nuovi odori, sapori speziati e colori del’est. Presso Sushiyoshi, 2 Stelle Michelin, collabora con uno dei più grandi Maestri di sushi,lo Chef patron Hiroki Nakanoue.

Lo chef Giapponese lo accompagna in questo incantevole viaggio, facendogli scoprire non solo la cultura culinaria del luogo,ma le tecniche più antiche ed efficaci per ottenere un ottimo sushi.

Di ritorno in Italia, nell’estate 2015, riceve la proposta di tornare alla Plage Resort***** con il ruolo di executive Chef, ruolo che ricoprirà fino al Gennaio 2018 con ottimi risultati.

Trascorsa la stagione 2015 insieme al gruppo di amici di sempre, Giuseppe Pastura (Suos Chef), Marco Leotta e Simone Spina, carico di nuove energie torna in Svizzera, durante i mesi invernali, nel già conosciuto Chelet D’Adrien, questa volta in pasticceria, a fianco del Maestro Pasticciere Ramon Gonì Perez reduce da un importante esperienza decennale nel rinomato ristorante El Bulli di Ferran Adrìa, arricchendo così il suo bagaglio nell’ambito della pasticceria.

Una volta rientrato in pianta stabile presso la Plage Resort*****, collabora con le strutture facenti parte della stessa catena Ragosta Hotel Collection, in particolar modo con l’amico /collega Chef Simone Strano a Palazzo MonteMartini a Roma, nel quale trascorre in struttura l’intero inverno 2017.

 

Adesso lo Chef Giovanni Grasso, oltre ad essere parte attiva e fondamentale del gruppo Chef con La coppola composto da Simone Strano, Giuseppe Torrisi e Giuseppe Raciti, sta lavorando ad un nuovo ed entusiasmante progetto nella zona di Taormina, con il ruolo di Executive Chef in una nuova realtà che prenderà forma nel Giugno 2018.

 

.